News

Home»News

COG-LO Project sul numero di maggio 2021 de Il Giornale della Logistica

  • 27 maggio 2021
  • News

Giornale della logistica

Nel numero di maggio 2021 de Il Giornale della Logistica è stato pubblicato un articolo dove vi raccontiamo COG-LO Project e alcune applicazioni pratiche della Logistica 4.0 ed i concetti di “collaborative” e “cognitive logistics” che TRT ha sviluppato con Ekol Logistics, INTRASOFT International.

Sfoglia l’anteprima dell’articolo su www.ilgiornaledellalogistica.it

Trova più informazioni su COG-LO Project nella pagina del progetto o all’interno del nostro sito.

 

 

 

 

Domani! Martedì 18 Maggio – Mobilità, accesso universale e sostenibilità.

  • 14 maggio 2021
  • News

Next Generation Mobility

Due sessioni di Next Generation Mobility – Palinsesto delle conferenze 18,19 e 20 Maggio

 

  • MOBILITA’ PROGETTATA E FINANZIATA, dalle istituzioni per le aziende e i cittadini

martedì 18 maggio – 14.00 – 15.30 – REGISTRATI AL LIVE STREAMING

La crisi del trasporto collettivo innescata dal Covid-19 e dalla necessità di continuare ad offrire un servizio pubblico per la ripartenza delle attività economiche, ha riportato in primo piano l’esigenza di ripianificare la mobilità urbana e di ripensare alle fonti di finanziamento dei progetti. Nella situazione in cui il trasporto collettivo è a capacità ridotta e resterà tale per un periodo non identificabile, è urgente per le amministrazioni locali adottare delle strategie affinché si possa continuare a perseguire la strada della mobilità sostenibile.

Conduce: Silvia Maffii, Amministratore Delegato, TRT Trasporti e Territorio

  • MOBILITA’ UNIVERSALE E INCLUSIVA, per la libertà di tutti e ognuno

martedì 18 maggio – 16.00 – 18.00 – REGISTRATI AL LIVE STREAMING

Il concetto di Mobilità come Servizio implica che l’offerta debba essere adeguata alle specifiche esigenze del singolo con soluzioni standard ma altamente personalizzabili. Allo stesso tempo le amministrazioni devono garantire i servizi pubblici ciascun individuo: a chi abita in zone a difficile accesso o isolate e a chi, in modo temporale o permanente, ha necessità specifiche a causa di ridotte capacità motorie. E qui ritorna un concetto fondamentale: il trasporto come garanzia di uguaglianza delle possibilità e di libertà individuale di ogni cittadino.

Conduce: Patrizia Malgieri, Direttore area pianificazione, TRT Trasporti e Territorio

 

Leggi qui sotto l’articolo pubblicato su ferpress.it

II Workshop Progetto Uvar-Box

  • 21 aprile 2021
  • News

 

UVAR BOX

 

Lo scorso 15 aprile 2021 si è svolto il 2°workshop del progetto UVAR-BOX, iniziato ad Agosto 2020 e finanziato dalla Commissione Europea.

UVAR-BOX si pone come obiettivo la digitalizzazione e la diffusione, secondo lo standard Datex II, di tutte le politiche che regolano l’accesso dei veicoli nelle aree urbane delle città europee e di mettere questa informazione a disposizione degli automobilisti tramite i vari sistemi di navigazione accessibili on-line o su dispositivi mobili.

Le misure di regolazione degli accessi nelle aree urbane (UVAR, ovvero Urban Vehicle Access Restriction) rappresentano uno strumento efficace nel complesso processo di riduzione delle emissioni inquinanti e della congestione stradale. Le misure UVAR, che comprendono Zone a Traffico Limitato, Aree Pedonali, Tariffazione della sosta, Low Emission Zones, Congestion Charge Areas, ecc., sono estremamente diffuse in Italia e in Europa ed è pertanto utile provvedere da una parte alla standardizzazione dei dati disponibili e dall’altra alla armonizzazione delle informazioni per gli automobilisti, anche rendendo queste informazioni accessibili attraverso i sistemi di navigazione.

Re-Thinking mobility poverty

Il progetto HiReach ha recentemente pubblicato un libro intitolato “Re-thinking Mobility Poverty. Understanding User´s Geographies, Backgrounds and Aptitudes”. TRT, che è stato coordinatore di HiReach, ha contribuito in prima persona alla scrittura di diversi capitoli.

Il libro, che è in gran parte basato sulla fase analitica svolta durante il progetto, si prefigge di definire e contestualizzare il concetto di “mobility poverty”, esplorandone sia i suoi aspetti geografici che socio-economici.

Nel manoscritto viene inoltre esaminata la costruzione sociale della “mobility poverty” approfondendo le caratteristiche ed i bisogni di mobilità dei diversi gruppi di utenti ed offrendo un confronto globale attraverso le attività di fieldwork che sono state condotte in sei diverse HiReach study regions.

Il libro è stato pubblicato in formato cartaceo da Routledge, leader mondiale nelle pubblicazioni accademiche, e può essere acquistato a questo link.

Il libro è anche disponibile in Open Access e può essere scaricato a questo link.

Link al sito del progetto.

Studio sull’occupazione e sugli impatti sociali della guida connessa e autonoma (CAD)

TRT – insieme a Ecorys (capogruppo), M-Five, VTT, SEURECO, ERTICO, UITP e IRU –  ha analizzato gli impatti occupazionali e sociali potenzialmente derivanti dai veicoli a guida connessa e autonoma (CAD). Lo studio di 16 mesi, finalizzato alla fine dello scorso anno, è ora pubblicato.

Lo studio è stato realizzato per la Direzione generale della Ricerca e dell’innovazione (DG RTD) della Commissione Europea. Fornisce un’analisi degli impatti a breve, medio e lungo termine del CAD su posti di lavoro, occupazione, competenze lavorative e conoscenze, nonché un’indagine ed elaborazione di opzioni in aree politiche chiave affinché l’Unione Europea possa agire tempestivamente per mitigare gli impatti.

Il rapporto analizza quattro diversi scenari che delineano il potenziale futuro sviluppo di CAD e la composizione della flotta fino al 2050. La parte principale del rapporto fornisce un’analisi degli impatti occupazionali e sociali per questi quattro scenari, evidenziando gli impatti quantitativi e qualitativi attesi. I risultati mostrano probabili impatti sociali sul settore del trasporto su strada. In consultazione con le parti interessate, sono state sviluppate 22 opzioni di intervento per affrontare la transizione verso il CAD. Le opzioni strategiche sono presentate nella parte finale della relazione. Queste opzioni sono state rese operative aggiungendo una sequenza temporale e descrivendo il ruolo di vari attori con l’obiettivo di gettare le basi per una roadmap sociale per l’implementazione del CAD.

Indagine sui trasporti internazionali di merci – 2019

Sintesi dell’indagine sui trasporti internazionali di merci condotta nel 2019 da TRT per conto della Banca d’Italia.

La pubblicazione riporta i principali risultati dell’indagine campionaria effettuata da TRT per Banca d’Italia a partire dal 1998 ai fini della compilazione della voce trasporti internazionali di merci della bilancia dei pagamenti. Nel 2019, sono stati intervistati circa 160 tra i principali operatori del trasporto internazionale, con lo scopo di rilevare i noli unitari e le componenti dei costi accessori. Sono inoltre state stimate le quote di mercato dei vettori per nazionalità di residenza.

Nel corso del 2019 è proseguita la riduzione dell’incidenza dei costi di trasporto sul valore delle merci esportate e importate. I costi medi a tonnellata del trasporto stradale sono rimasti mediamente stabili, con un incremento in quelli a carico completo e una riduzione nelle tariffe relative ai carichi parziali. Nel settore ferroviario i noli sono invece diminuiti, in particolare nel settore bulk. Nel trasporto aereo, la riduzione dei costi medi è stata significativa, soprattutto per le esportazioni, in relazione al calo dei volumi trasportati. Nel comparto marittimo, infine, si è registrato un moderato aumento dei costi in euro a tonnellata, anche a causa del deprezzamento in media d’anno del tasso di cambio euro/dollaro (le tariffe navali sono generalmente denominate in dollari).

Partecipa al Webinar di ReVeAL (Regulating Vehicle Access for Improved Liveability) il 26 Maggio!

  • 19 maggio 2020
  • News

Il progetto ReVeAL, di cui TRT è partner, sta esplorando in che modo le città possono regolare con successo l’accesso dei veicoli al fine di creare luoghi più attraenti per le persone e le imprese.

Scopri quali tipi di misure di regolazione degli accessi sono disponibili e quali fattori trasversali svolgono un ruolo determinante nella loro applicazione registrandoti al nostro webinar “Rivalutare lo spazio per le persone: sviluppare buone pratiche nella regolazione dell’accesso dei veicoli nelle aree urbane” (in inglese: “ReVeALing Space for People: Developing Good Practice in Urban Vehicle Access Regulations”).

“Riveleremo” anche la storia della città di Gand, nelle Fiandre, che è stata precorritrice nel limitare l’accesso dei veicoli per destinare più spazio alle persone.

TRT e le misure nazionali di contenimento dell’emergenza coronavirus

  • 11 marzo 2020
  • News

A seguito delle norme imposte dalle autorità competenti TRT ha attivato tutte le misure di sicurezza raccomandate e predisposto le connessioni in remoto per il lavoro a distanza ed è quindi in grado di garantire il normale svolgimento delle  attività. Tutto lo staff è operativo e attivamente impegnato nello sviluppo dei progetti in corso.

 

Ci auguriamo che l’emergenza possa risolversi al più presto.

 

La direzione