Archivio news e pubblicazioni

Home»News»Webinar “Il lavoro agile nel post COVID-19” – martedì 22 Settembre

Webinar “Il lavoro agile nel post COVID-19” – martedì 22 Settembre

webinar mobilita post covid_Pagina_1 - Copia

 

Passato il periodo di lock down, dove l’obbligo di stare a casa ha determinato un evidente impatto sulla mobilità, arrivando ad azzerala, ora viviamo una fase sicuramente più complicata, dove l’incertezza regna sovrana. Cosa succederà alla mobilità delle persone? I cambiamenti che stiamo vivendo saranno solo temporanei o possono preludere a tendenze più strutturali?

E se sì in che direzione andranno? Sono interrogativi che si pongono in tanti, sia chi studia la domanda di mobilità, sia soprattutto chi deve prendere decisioni che riguardano i servizi da offrire.

Di recente nell’appuntamento annuale sui Piani Urbani della Mobilità Sostenibile (Conferenza PUMS di Ravenna del 9 settembre scorso) la domanda delle domande è stata: fino a che punto possiamo ritenere valide le previsioni di domanda che supportano gli strumenti di pianificazione e programmazione dei servizi e delle strutture?

Le risposte non sono né facili né immediate. L’errore che dobbiamo evitare è scambiare i nostri personali desideri per una rappresentazione della “realtà”, spesso estremizzando, per cui o “cambierà tutto”, la pandemia ci ha dato una lezione, ha messo in evidenza i fallimenti di un modello economico, sociale e di mobilità che impone un radicale cambio di paradigma, oppure “tornerà tutto come prima”, ovvero ci vorrà del tempo, qualche mese o qualche anno a seconda del grado di fiducia nella produzione del vaccino contro SarsCov2, e poi anche la mobilità, come l’economia e il lavoro tornerà alla “normalità” pre-pandemia. E’ molto più probabile che nessuno dei due estremi si avveri, le questioni sono più sfumate e più complesse.

Soprattutto perché come cambierà la mobilità dipenderà da un insieme di aspetti.

Ad esempio dai nuovi assetti economici, da quali convenienze troveranno le imprese, da come si modificheranno le strutture territoriali, dalla distribuzione dei servizi, da quanto sarà pervasiva la consapevolezza della crisi ambientale che stiamo vivendo e inciderà sulle scelte pubbliche e sugli stili di vita di noi tutti. Tutti aspetti che hanno tempi di reazione diversi e impatti non immediati.

Tentare di affrontare questa complessità richiede approfondimenti e riflessioni a partire da evidenze e informazioni acquisite sul campo.

Per provare a dare un limitato contributo nella direzione di comprendere cosa potrebbe accadere, nei mesi della pandemia abbiamo promosso un sondaggio sulla domanda di mobilità.

Ora, nell’ambito delle iniziative della settimana europea della mobilità abbiamo l’occasione di presentare e di discutere i risultati con un panel di interlocutori del mondo delle imprese e della pubblica amministrazione.

Capire infatti quale sarà il lascito dell’esperienza del lavoro da casa e se e come questa modalità potrà diventare un fattore strutturale nell’organizzazione del lavoro con evidenti ricadute sulla mobilità, riveste una indubbia rilevanza non solo per il settore dei trasporti, ma per la vita delle città e dei cittadini.

 

Patrizia Malgieri (TRT), Carlo Carminucci (Isfort)


Scarica il programma dell’evento: http://www.trt.it/wp/wp-content/uploads/2020/09/Invito-webinar-mobilita-post-covid.pdf

Registrati all’evento: www.eventbrite.com/e/biglietti-webinar-il-lavoro-agile-nel-post-covid-19-114561829516

Per partecipare al webinar: https://register.gotowebinar.com/register/4091755966617323019