Authortrt2016admin

Home»Articles Posted by trt2016admin

The EU maritime transport system: focus on ferries

eu_maritime_transport_systemLo studio presenta una rassegna sintetica dei servizi traghetti passeggeri all’interno del sistema dei trasporti marittimi dell’Unione Europea, con un focus sul loro ruolo rispetto alla multimodalità.

Il settore dei traghetti è analizzato con diverse scale spaziali, dalla dimensione urbana fino alla lunga distanza e considerando le implicazioni nel contesto economico. Inoltre, lo studio analizza il settore dei traghetti con una prospettiva ampia, considerando gli sviluppi tecnologici e le innovazioni alla luce delle regolamentazioni ambientali.

Autori: Angelo Martino, Marco Brambilla

Novembre 2016

Scarica lo studio

CIVITAS Policy Note – Smart choices for cities “Cities towards mobility 2.0: connect, share and go!”

civitas_policy_note_smart_choices_for_citiesTRT, in quanto partner del consorzio CIVITAS WIKI, ha curato la redazione della settima Policy Note. Il documento affronta il tema della shared mobility dapprima individuando tra i fattori di sviluppo i trend stessi alla base della sharing econonomy e poi delineando gli eventuali scenari attesi alla luce del nuovo paradigma di mobilità che sta emergendo. Si tratta di una mobilità di tipo condiviso in cui il possesso dell’auto privata, da forma predominante di trasporto, assumerà un ruolo meno centrale divenendo una delle opzioni a disposizione insieme al trasporto pubblico, ai tradizionali sistemi di car-sharing e bike-sharing e alle altre innovative forme di trasporto condiviso. Il documento offre quindi una panoramica sulle principali forme di shared mobility ad oggi presenti, dalle più tradizionali alle meno note: si tratta di car sharing, bike sharing, ride sharing (o car pooling), la condivisione di passaggi (ride sourcing), la condivisione del parcheggio (park sharing) e la mobilità delle merci condivisa (shared urban freight).
Sono forniti alcuni esempi di applicazioni pratiche di tali concetti innovativi di mobilità sviluppati in alcune realtà urbane, allo scopo di illustrarne le caratteristiche e le potenzialità.

Il documento infatti è pensato come strumento a supporto di politici e decisori locali per orientarsi all’interno di questo nuovo paradigma di mobilità. Quali sono le potenzialità offerte dallo sviluppo della shared mobilty e come possono essere sfruttate per migliorare la mobilità delle città? Quali benefici si possono attendere? Quali sono invece gli aspetti che possono causare discontinuità o costituire una minaccia alla sostenibilità?

Autori: Caterina Di Bartolo, Simone Bosetti, Claudia de Stasio, Patrizia Malgieri; Ivan Uccelli (infografica)

Scarica lo studio

Convegno – Una nuova capacità di programmazione per la mobilità

  • 26 maggio 2016
  • News

convegno_capacita_programmazione_mobilitaRegione Lombardia e Éupolis Lombardia, con la collaborazione della CROIL, organizzano il seminario Una nuova capacità di programmazione per la mobilità – La fattibilità tecnico-economica e la valutazione degli interventi” lunedì 30 maggio alle ore 9:30, presso Palazzo Lombardia a Milano.
L’obiettivo è quello di presentare agli stakeholders del settore della mobilità e della progettazione le linee guida regionali per la fattibilità degli interventi infrastrutturali. Sarà inoltre l’occasione per verificarne l’applicazione, valutare l’integrazione nei progetti della dimensione territoriale e ambientale e confrontarsi con altre Regioni, Amministrazioni e Operatori del settore attivi su questo tema.

EU Survey on issues related to transport and mobility

jrcmobÈ stato pubblicato nella collana JRC Science and Policy report lo studio “EU Survey on issues related to transport and mobility” (Indagine nei paesi EU sui temi del trasporto e della mobilità). Il rapporto pubblicato illustra i risultati dell’indagine campionaria realizzata nel 2014 sotto la direzione di TRT Trasporti e Territorio in tutti i 28 paesi dell’Unione Europa con l’obiettivo di raccogliere indicatori comparabili sulla mobilità individuale, sia locale sia di lunga distanza, nonché conoscenze e preferenze riguardo a tecnologie e modelli organizzativi emergenti nel campo dei trasporti e riguardo a misure di politica. L’indagine, effettuata in cooperazione con IPSOS attraverso il metodo CAWI (via web), ha raccolto presso un campione rappresentativo di 1000 individui in ciascun paese e ha fornito un ricco panorama della  mobilità di ciascun paese. Il rapporto presenta i principali risultati dell’indagine, sottolineando similitudini e differenze tra i diversi paesi

Autori: FIORELLO Davide, ZANI Loredana, CHRISTIDIS Panayotis, NAVAJAS CAWOOD Elena

Ottobre 2015

Scarica lo studio

L’indagine sui costi del trasporto internazionale delle merci in Italia: metodi e risultati

art_indagine_costi_trasporto_internazionale_merci_in_italiaIl lavoro illustra la metodologia e i principali risultati dell’indagine campionaria sui trasporti internazionali di merci che la Banca d’Italia conduce annualmente. Sulla base di rilevazioni campionarie e dati di natura amministrativa vengono stimati i costi dei servizi di trasporto merci e le quote di mercato dei vettori esteri e italiani sui volumi di merci.

Autori: Enrico Pastori, Miriam Tagliavia, Enrico Tosti e Simonetta Zappa

Ottobre 2014

Scarica lo studio

Seconda CIVITAS Policy Note – Smart choices for cities “Gender equality and mobility: mind the gap!”

pubb-pol-noteTRT ha curato la redazione della seconda Policy Note sul tema della pianificazione mobilità e dell’uguaglianza di genere, in quanto partner del consorzio CIVITAS WIKI. Il documento dapprima individua e riassume i principali trend sociali ed economici che agiscono sulla determinazione della domanda di genere, delineandone le principali caratteristiche. Nella seconda parte è offerta una ricognizione delle esperienze europee di successo nell’ambito della pianificazione di genere, per poi identificare nell’ultima parte le tre aree di intervento considerate prioritarie in un’ottica di genere a cui ricondurre le azioni e politiche di intervento: incrementare il livello di conoscenza del tema (necessità di dati e statistiche costantemente aggiornati e dettagliati per genere), adeguare l’offerta di servizi di mobilità (tariffazione, orari, percorsi e fermate) destinati a soddisfare le esigenze di tutti i gruppi (con particolare attenzione alla componente femminile e alle categorie di utenza più svantaggiate come bambini e anziani), ripensare la pianificazione della mobilità urbana e dello spazio pubblico ispirandola sempre più a criteri di accessibilità e di sostenibilità, migliorando la qualità e la sicurezza dei percorsi (ciclabili e pedonali) di accesso al trasporto pubblico.

Autori: Silvia Maffii, Patrizia Malgieri, Caterina Di Bartolo

Settembre 2014

Scarica lo studio

Policy Recommendations on EU sustainable mobility concepts based on the results of CIVITAS experience

art_policy_recommendations_eu_sustainable_mobilityIl documento, redatto da TRT in collaborazione con CDV nell’ambito del progetto CIVITAS POINTER ed edito da CIVITAS VANGUARD, presenta i principali risultati derivanti dalla valutazione condotta sulle misure per la mobilità sostenibile attuate dalle 25 città partecipanti all’edizione, da poco conclusasi, denominata CIVITAS PLUS (2008-2012), la più ampia del programma CIVITAS. A partire dall’analisi di questi risultati e dal lascito delle due precedenti edizioni del programma (CIVITAS I e CIVITAS II), il documento intende fornire ai decisori politici un solido schema concettuale per analizzare ed individuare le politiche più promettenti in termini di mobilità sostenibile in ambito urbano, individuandone elementi di successo ed ostacoli all’implementazione. In particolare, rispetto a ciascuna delle otto aree tematiche dell’iniziativa, sono state formulate raccomandazioni per l’attuazione delle misure. Infine, nelle conclusioni vengono invece delineate quelle che si ritiene essere le priorità di intervento per le azioni politiche future: lo sviluppo di pacchetti misure integrate, l’intervento nelle aree a maggiore densità abitativa, l’attenzione alle specificità territoriali e la necessità di ampliare e consolidare la cooperazione tra gli enti e gli attori locali per l’attuazione delle politiche di mobilità.

Autori: Simone Bosetti, Patrizia Malgieri, Caterina Di Bartolo, Alessio Sitran, Hana Brůhová-Foltýnová, Petr Kurfürst, Radomíra Jordová, Danuše Smutková

Luglio 2014

Scarica lo studio